FrAnCaMeNtE Me nE InFiScHiO

di Simone Praticò

ULTIMA SPIAGGIA PER DONADONI E LEONARDO

Roberto Donadoni, allenatore del Napoli

Roberto Donadoni, allenatore del Napoli

Serie a

ULTIMA SPIAGGIA PER DONADONI E LEONARDO

I due tecnici non convincono le rispettive dirigenze: pronti Rossi e Spalletti.

 

Le sconfitte di S.Siro e del Friuli potrebbero costare caro a Roberto Donadoni e Leonardo. Pessime le prestazioni di Milan e Napoli nel turno infrasettimanale di campionato. Bastano soli sei minuti all’Inter schiacciasassi di Mourinho per regolare la pratica partenopea con le reti dei soliti Eto’o e Milito. Così come basta una rete del capocannoniere Di Natale all’Udinese, per superare troppo facilmente il “diavolo”. Infuriato Aurelio De Laurentis, presidente del Napoli che durante l’intervallo della gara del Meazza avrebbe attaccato tecnico e giocatori. Il massimo dirigente napoletano ha comunque dato rassicurazioni sulla conferma di Donadoni con un perentorio: “Non si può cambiare tecnico ogni cinque partite”. Tra le righe, le gare contro Siena e Roma saranno un banco di prova decisivo per l’ex ct della nazionale. Il primo nome che potrebbe succedere a Donadoni nell’incarico di tecnico del Napoli è Delio Rossi, scalpitante dalla sua abitazione a Rimini. Sul banco degli imputati anche Leonardo, alla sua prima esperienza da allenatore ma su una panchina per forza di cose troppo esigente. Un cammino altalenante, quello del Milan. Dopo l’entusiasmante esordio di Siena sono arrivate le sconfitte pesanti nel derby e quella di Udine, il pareggio insulso di Livorno e le vittorie più o meno convincenti contro Bologna e Marsiglia. La pochezza di sette punti in cinque giornate risultano essere un bottino sconfortante per un team, che per bocca dei suoi dirigenti, ha fissato obiettivi importanti. I rossoneri, soggetti ai postumi della nuova parsimoniosa strategia societaria, non sembrano poter impensierire le cosiddette “prime della classe” come Inter e Juventus, dimostratesi nettamente superiori. Potrebbe dunque essere lo stesso Leonardo a pagare dazio. Una rosa così incompleta e tecnicamente inferiore non può di certo puntare in alto senza una guida tecnica quantomeno “vissuta”. Il nome di Luciano Spalletti si avvicina prepotentemente e a grandi caratteri in Via Turati. Il tecnico toscano, reduce da una lunga esperienza sulla panchina della Roma, risulterebbe una scelta ponderata. L’unico modo per placare gli esasperati animi dei tifosi rossoneri.

 

Simone Praticò

24/09/09

Annunci

25 settembre 2009 Posted by | 1 | Lascia un commento