FrAnCaMeNtE Me nE InFiScHiO

di Simone Praticò

FINALMENTE LE “INTER”CETTAZIONI

FINALMENTE LE “INTER”CETTAZIONI

Un momento tanto atteso quanto, per molti, ormai improbabile. Il solido asse Inter – Telecom, portava a pensare che intercettazioni compromettenti riguardanti la società nerazzurra, non sarebbero mai finite sotto i riflettori. E invece, a sorpresa, proprio quando nessuno se lo aspettava, ecco le telefonate che attestano come una giustizia e un’innocenza effettiva nel mondo del calcio non esiste. Anche il presidente e l’ex presidente dell’Inter, rispettivamente Massimo Moratti e Giacinto Facchetti, conversavano allegramente con il designatore arbitrale Paolo Bergamo e con la camicetta nera Massimo De Santis. Telefonate oscillanti, tra designazioni e sarcasmi ambigui. Toccherà alla discutibile giustizia sportiva, valutare queste intercettazioni che di certo non esulano l’Inter da responsabilità pesanti. La società nerazzurra viene dunque gettata nel pentolone di Calciopoli e all’improvviso, quella innocenza decantata per anni battendosi il petto, si tramuta in un alibi meschino e difficilmente accettabile. Coloro che si dichiaravano estranei ai fatti, che affermavano di non aver mai intrattenuto rapporti extra – professionali con i vertici dirigenziali del calcio, che si accaparravano con orgoglio lo “scudetto degli onesti”, adesso, in un modo o nell’altro, ci sono dentro fino al collo. D’altronde sarebbe stato da stupidi pensare il contrario, anche se gli anni di successi ottenuti vigliaccamente, dipendenti proprio da questa falsa incolpevolezza, resteranno impressi, purtroppo, negli albi del calcio italiano. Ma oggi la giustizia, quella etica, si trova di fronte un’occasione imperdibile: Quella di far valere il principio del “tutti o nessuno”, reclamato per anni dalle società giustamente penalizzate dal processo di Calciopoli, ma che si trovavano di fronte una dirigenza impunita per ovvi motivi, ma che per logica, sarebbe dovuta essere tra le prime inquisite. Il calcio italiano, sempre più malato ed entrato in un vortice dal quale difficilmente riuscirà a tirarsi fuori, oggi può accennare un sorriso. Quel ghigno di chi sta assistendo ad un primo passo verso una equità morale e immorale.

Simone Praticò

09/04/10

Annunci

8 aprile 2010 - Posted by | SPORT

2 commenti »

  1. tu caro simone sei un povero pezzente ed e tutta colpa di gente come te che e capace di gettar fango senza sapere di ciò che stai parlando,se e vero mettile in evidenza delle intercettazioni che dici,visto che ne giornali ne tv ne parlano,ma solo tu stai sparando cazzate a destra e a manca e poi se vuoi fare il giornalista impara a non sputar sentenze senza prova pagliaccio,dai tirale fuori se prova pezzente e ti dico una cosa,non succederà mai.ma se per puro caso dovesse succedere di incontrarti ti sputo in faccia davanti a tutti

    Commento di doriano | 11 giugno 2011 | Rispondi

  2. Mi dispiace che tu soffra così tanto questa frustrazione…ma sono tutti dettagli riscontrabili anche sul web. Mi fa piacere la tua rabbia perchè dimostra che ci ho preso proprio…altrimenti non daresti così importanza alle parole di un pezzente no? 😉 dai su che il bruciore passa!

    Commento di simonep85 | 7 ottobre 2011 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: